Io sto con DDR

www.extramedia.org

Premessa: non sono romanista, non sono un ultrà, non vado spesso allo stadio, non sono fra coloro che ritengono che le curve siano chissà quale luogo di socializzazione. Sono uno come tanti e in quanto tale ritengo di avere il diritto di non aver paura dei poliziotti. Non me ne frega niente dei discorsi tipo “sono pagati per proteggerci”; “sono la nostra interfaccia con lo Stato” ecc… Credo che poliziotti, carabinieri e celerini siano dei lavoratori e come tutti i lavoratori possano essere bravi o meno bravi, possano credere o meno nel loro lavoro e quanto altro. C’è però una differenza fra un “tutore dell’ordine” e – che so – un ragioniere: il primo è armato e ha licenza di usare la violenza. Benissimo. Allora qualcuno mi spieghi perché le loro pistole e i loro manganelli sono serviti – troppo spesso, ultimamente – a fermare, a volte per sempre, la pericolosità di un ragazzo che stava andando a cena fuori (Stefano Gugliotta), di un ragazzo che stava ad una festa con un po’ di droga in tasca (Stefano Cucchi, anche se ancora non ci dicono che è andata così), di un diciottenne che stava rincasando dopo una notte in discoteca (Federico Aldovrandi), di un uomo che era un po’ ubriaco (Giuseppe Uva), per non parlare dei tanti stranieri e dei tanti manifestanti allegramente manganellati in quanto tali.

Ora, qui non voglio addossare le colpe al corpo della polizia o dei carabinieri. Voglio solamente dire che anche fra loro ci possono essere “compagni che sbagliano”. Il problema è che sbagliano sempre a discapito di precise categorie sociali: il tifoso, lo straniero, il frikkettone, il manifestante, il drogatello. E poi le autorità ci vengono a dire che si deve intervenire contro di loro, con il divieto di manifestare, con le espulsioni, con le tessere del tifoso.

Cornuti e mazziati? No, Daniele, non chiedere scusa.

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in A Ruota Libera. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...